scritta-uominiveri

2012 (0,375) FUFLUS/Vallarom

Nazione: Italia
Regione: Trentino
Tipologia: Rosso
PRODUTTORE: Vallarom
Annata: 2012
Selezionabile: No
Data Selezionabile: Lunedì, 31 Dicembre 2018
Prodotto disponibile dal 31/12/2018
Descrizione

UVE: Cabernet Sauvignon, Syrah, Merlot e Cabernet Franc
VIGNETO DI PROVENIENZA: ceppi/Ha 6.500
ALLEVAMENTO: spalliera con potatura guyot
ANNO DI IMPIANTO: 2000
RESA PER ETTARO: 90 q/Ha
TERRENO: calcareo-dolomitico
VENDEMMIA: manuale
VINIFICAZIONE: in rosso a contatto con le bucce per 15/18 giorni
MATURAZIONE: in barriques per circa 18 mesi
AFFINAMENTO: in bottiglia per circa 18 mesi
ESAME ORGANOLETTICO: profumo di frutta matura con note speziate di pepe verde ben amalgamate con i sentori di mora, prugna, peperone, caffè e cioccolata.
NOTE: Fuflus? Un nome strano ed un’etichetta curiosa? No, vuole essere semplicemente un inno al nostro territorio e in più un concentrato della storia e dei vini di Vallarom: una storiella curiosa tutta raccantata dall’etichetta e legata al territorio.
La mappa, che risale al 1700 circa, raffigura la valle dell’Adige proprio dove si trova Vallarom. Fuflus: il fiume che fluttua e che ricorda anche Fufluns, dio etrusco del vino. L’azienda è situata in una posizione ottimale, sud /sud-ovest, con un terreno dolomiteo calcareo nella parte superiore, che ci è stato donato dalla valle che sovrasta l’azienda, e una morena del Norico, molto fertile grazie al fiume Adige che “fluttuava“ sotto di noi. Nei tempi dell’Impero Astroungarico, la parte meridionale del fiume non venne mai arginata, per fortuna così noi abbiamo beneficiato di tutto ciò di buono che le acque hanno lasciato nel tempo.
La piccola isoletta che si vede sulla sponda dell’Adige è dove è coltivato il Lambrusco a Foglia frastagliata. E’ arrivato integro fino a oggi proprio grazie alle “ischie”, piccole isole create deviando l’acqua del fiume e sfruttando il terreno sabbioso, così la filossera non ha potuto attaccare le radici delle piante: è un piccolo vigneto ma ricco di storia!
Non dimentichiamoci poi del Vo’ di qua e del Vo’ di la: esisteva un guado, dal latino vadum, lungo la via Claudia-Augusta , il Vadum Caesaris. Da qua il nome del nostro bland, Pinot bianco, Chardonnay, Riesling e Sauvignon blanc vinificato fermo e anche con il metodo famigliare. Sorsero poi due piccoli villaggetti con un porto per le zattere, Vo’ Casaro, ma visto che ce ne erano due si decise di chiamare entrambi gli agglomerati di case “Vado su entrambe le sponde dell’Adige” che in seguito furono messe in collegamneto da una zattera e così i due paesini furono rinominati Vo’ di qua e Vo’ di là pagando anche un pedaggio nel secolo XVIII. Però mamma mia che confusione: quale sarà il Vo’ di qua e il Vo’ di là ? Finalmente con la costruzione del ponte si ribattezzarono i due paesini Vo’ destro e Vo’ sinistro secondo la sponda orografica del fiume, ecco perché i nostri due spumanti si chiamano Vo’ Brut e Vo’ Rosè. Barbara e Filippo Scienza

I dati riportati nella scheda tecnica sono di totale responsabilità del produttore.


RICHIEDI INFORMAZIONI O SUGGERISCI AGGIORNAMENTO

Contattaci

L'invio di questo modulo, implica il consenso al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
Invia immagini del prodotto o del Produttore.
Crea un'unica cartella contenente le immagini da inviare e comprimila in formato .zip
La dimensione massima per ogni file è 100 MB
    captcha
    Ricarica

     

    Ricerca libera

    Ricerca per Categoria

    Nazione:
    Regione:
    Tipologia:
    PRODUTTORE:
    Confezione:
    Annata:
    Reimposta tutto